Ormai entrati a pieno regime nel nostro sistema di vita, anche i nostri amici a quattro zampe hanno bisogno di qualche accorgimento in più per affrontare al meglio uno spostamento del loro “habitat” quotidiano.

In generale, il cane sopporta il trasloco meglio del gatto. Essendo quest’ultimo molto abitudinario, il trasloco potrebbe rappresentare un vero e proprio momento di shock.

Cerchiamo in entrambi i casi di rendere gradualmente familiare il nuovo ambiente. Far avvicinare il cane o il gatto agli scatoloni in modo da imprimere su di essi il loro odore. Far loro scoprire il nuovo alloggio qualche giorno prima del vero e proprio trasloco, abituarli dai primi momenti a riconoscere un luogo come il proprio, sono degli utili metodi per familiarizzarli con l’ambiente.

Prendetevene cura, magari con qualche carezza o gioco in più. Del luogo dove volete che si abituino a stare, fatene per qualche giorno il loro punto di ritrovo per il pranzo. Tenete a portata di mano una coperta, un asciugamano o un tappeto a loro familiare: li farà sentire subito a casa.

Per i cagnolini, può essere di aiuto un peluche: se glielo regaliamo qualche giorno prima, sarà il loro nuovo compagno con il quale condividere scoperte e dormite nella nuova casa.